comunicazione iva

Nuovo obbligo di comunicazione fatture e liquidazioni Iva

A partire dal 2017, per effetto del DL 193/2016, vengono introdotti:

  • l’Obbligo di invio trimestrale dei dati delle fatture emesse e ricevute e delle loro variazioni (in pratica, un nuovo Spesometro trimestrale)

  • l’Obbligo di invio trimestrale dei dati relativi alle liquidazioni periodiche IVA.

I contribuenti dovranno quindi inviare trimestralmente due nuove comunicazioni, la comunicazione dei dati delle fatture e la comunicazione della liquidazione periodica IVA.

Le scadenze per il 2017 sono:

COMUNICAZIONE DATI FATTURE

I e II TRIMESTRE 25 luglio 2017 (scadenza unificata)

III TRIMESTRE 30 novembre 2017

IV TRIMESTRE 28 febbraio 2018

COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONE IVA

Gennaio, Febbraio, Marzo (mensili) e I TRIMESTRE (trimestrali) 31 maggio 2017

Aprile, Maggio, Giugno (mensili) e II TRIMESTRE (trimestrali) 18 settembre 2017

Luglio, Agosto e Settembre (mensili) e III TRIMESTRE (trimestrali) 30 novembre 2017

Ottobre, Novembre e Dicembre (mensili) e IV TRIMESTRE (trimestrali) 28 febbraio 2018

Restano valide le seguenti ordinarie scadenze:

 Dichiarazione annuale IVA relativa al 2016: 28 febbraio 2017

 Spesometro relativo al 2016: 10/ 20 aprile 2017

Dall’1/1/2017, l’introduzione del nuovo adempimento, porta con sé l’abrogazione dell’obbligo di invio di alcune comunicazioni preesistenti (vedi tabella che segue di confronto adempimenti).

OPZIONE PER LA COMUNICAZIONE TRIMESTRALE DATI FATTURE EMESSE E RICEVUTE AI SENSI DEL D.LGS. 127/2015

A partire dal 2017, per effetto dell’art.1, c. 3 del D.Lgs. 5 agosto 2015, n. 127, viene introdotta la possibilità di trasmettere, trimestralmente, previa opzione, i dati di tutte le fatture, emesse e ricevute, e delle relative variazioni. L’esercizio di tale opzione fa scattare l’esonero dall’obbligo della Comunicazione trimestrale dei dati delle fatture ex DL 193/2016, non dall’obbligo di Comunicazione trimestrale dei dati delle liquidazioni IVA.

L’opzione ha effetto per l’anno solare in cui ha inizio la trasmissione dei dati e per i quattro anni solari successivi ad esso.

Le scadenze per il 2017 sono al momento le seguenti:

ESERCIZIO OPZIONE 31 marzo 2017

I TRIMESTRE 31 maggio 2017

II TRIMESTRE 31 agosto 2017

III TRIMESTRE 30 novembre 2017

IV TRIMESTRE 28 febbraio 2018

L’opzione fa scattare dei benefici ad hoc a favore dei contribuenti, al fine incentivarne l’adesione (vedi tabella che segue di confronto adempimenti). Coloro che si avvalgono della fatturazione elettronica B2B possono evitare di inviare trimestralmente i dati di queste stesse fatture, in quanto l’utilizzo del canale SDI per lo scambio delle fatture elettroniche sostituisce l’adempimento opzionale di cui al D.Lgs. 127/2015 e, di conseguenza, anche l’adempimento obbligatorio ex DL 193/201

IMPORTANTE: EFFETTI DEI NUOVI ADEMPPIMENTI

La COMUNICAZIONE TRIMESTRALE (OBBLIGATORIA) SIA DATI FATTURE CHE DATI LIQUIDAZIONI ex dl 193/2016

SOPPRIME

  • Lo spesometro annuale

  • Gli elenchi annuali delle operazioni con Paesi cd Black List

  • Gli elenchi INTRASTAT

  • I dati relativi ai contratti stipulati dalle società di Leasing

La COMUNICAZIONE TRIMESTRALE (OPZIONALI) DATI FATTURE ex dlgs 127/2015

SOPPRIME

  • Lo spesometro annuale

  • Gli elenchi annuali delle operazioni con Paesi cd Black List

  • Gli elenchi INTRASTAT

  • I dati relativi ai contratti stipulati dalle società di Leasing

ma non sopprime l’obbligo di invio trimestrale dei dati relativi alle liquidazioni Iva

L’ESERCIZIO DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA ATTIVA E PASSIVA

(in presenza di opzione ex D.Lgs. 127/2015)

SOSTITUISCE

  • La Comunicazione dati fatture trimestrale es D.Lgs. 127/2015

SOPPRIME

  • Lo spesometro annuale

  • Gli elenchi annuali delle operazioni con Paesi cd Black List

  • Gli elenchi INTRASTAT

  • I dati relativi ai contratti stipulati dalle società di Leasing

ma non sopprime l’obbligo di invio trimestrale dei dati relativi alle liquidazioni Iva.

C’è da ultimo anche da tenere conto che l’esercizio della Fatturazione Elettronica e dell’opzione ex D.Lgs. 127/2015 permettono anche:

  • L’esecuzione degli eventuali rimborsi IVA richiesti in Dichiarazione entro 3 mesi dall’invio della Dichiarazione stessa

  • Di fruire di termini di decadenza dagli accertamenti dell’Agenzia delle Entrate ridotti di un anno rispetto all’ordinario.


Was This Post Helpful:

1 votes, 5 avg. rating